Cultura >

La quotidianità nel fashion blog: si o no?

La quotidianità e lo stile personale di ciò che realmente si indossa tutti i giorno sono il punto di forza di un fashion blog?

Parliamo di una questione che mi è venuta in mente leggendo in giro alcuni post di altri fashion blogger. Secondo voi è giusto che un fashion blog abbia dei post appositamente “fotografici”, nel senso che tutto è appositamente creato (outfit, trucco, ecc) per farci solo delle foto, oppure pensate che sia la quotidianità e lo stile personale che realmente si indossa il punto di forza di un fashion blog? 

Devo dire che io ci ho riflettuto e ho capito di essere molto categorico. 

Io credo che dopo tanti anni in cui il mondo della moda è stato molto elitario, dove i designer, i fashion editor e i buyers decidevano tutto, con il web 2.0 questo è finito ed hanno avuto la meglio i consumatori, cioè la gente “comune”, quella dall’altra parte della cassa che acquista e indossa vestiti ogni giorno nelle occasioni più normali. 

Questo secondo me è il punto di forza dei fashion blog e questo secondo me è lo spirito con cui si dovrebbe affrontare il fashion blog: se si vuole condividere uno stile che può dare dei consigli o riceverne per migliorare, quello è il motivo per aprire un fashion blog (niente di meno di ciò che si fa normalmente nella propria camera, con le proprie amiche, dicendo “Questo vestito mi piace, questo no, questo ti sta bene, quest’altro no” ma esposto all’ennesima potenza, in tutto il mondo!)

A mio parere fare dei veri e propri servizi fotografici scegliendo trucco, vestiti solo per quegli scatti è una cosa che compete professionisti del settore. A fotografi di moda, a stylist, a truccatori, a creative director. Non metto in dubbio che ci siano tanti che hanno un fashion blog e studiano e/o lavorano proprio in questi settori. Ma allora non è il fashion blog il posto adatto per diffondere questo tipo di cultura. In quel caso è il settore moda professionista quello in cui colpire, o in alternativa la fashion webzine. Però la fashion webzine non è un fashion blog, è tutta un’altra cosa. E’ un vero e proprio giornale online, con dinamiche da giornale, articoli, servizi, interviste e ovviamente shooting appositi, con temi appositi.
Io quando visito un fashion blog tipo Le Happy e vedo le sue foto, io ci credo che quella è la sua vita, quello è il suo modo di intendere lo stile, quello è il modo in cui lei veste, va in giro, si diverte, si intristisce, mangia, beve e vive. E’ lei.

Voi cosa ne pensate?

English
This post is not available in English. Check out the Culture section to find other posts

Potrebbe interessarti anche

Comments

 
  • Ciao,
    sarà una frase banale ma ” il mondo è bello perchè vario” e anche il mondo dei blog è molto eterogeneo fortunatamente. Non so a chi ti riferisci nel post, probabilmente alla foto che hai postato, per quanto mi riguarda io ho scelto di fare pochi post su outfit e cercare in questi di suscitare delle sensazioni, magari raccontando una
    “storia”. Non ho la presunzione di paragonarli a redazionali, dietro i quali lavorano moltissimi professionisti con strumenti sicuramente più idonei di una comunissima macchina fotografica e qualche colore. Ho preferito fare così innanzitutto perché mi diverte e anche perché non avevo intenzione di fare foto in cui porto il cane a fare i suoi bisogni in smoking e allo stesso tempo non vedo la necessità di fare foto in “tuta” mentre vado al supermercato. Per quanto riguarda la quotidianità io preferisco i siti di street style dove puoi cogliere dei look non costruiti per pubblicizzare qualcuno e quindi piu’ spontanei(almeno la maggior parte). Un blog personale dovrebbe essere interessante per se stessi e per gli altri e farlo di soli outfit, con l’unico scopo di pubblicare qualcosa o pubblicizzare qualcuno lo trovo poco stimolante. Questa è ovviamente la mia opinione, ognuno è libero di esprimersi come meglio crede e apprezzare ciò che il proprio gusto gli consiglia. Io apprezzo sempre chi riesce a non prendersi troppo sul serio e a non prendere gli altri troppo sul serio.
    Ps. non ho ben capito il tuo commento al mio ultimo post comunque in attesa di una tua risposta, se vorrai, ti auguro Buon Weekend! 😉

    Giuseppe

  • Ciao!
    Il riferimento del post non ha a che vedere con la foto postata. Anzi, quella è una foto di uno shooting professionale, nessun fashion blogger.

    Detto questo, io credo che la varietà sia giusta anche perchè è proprio quella che permette di distinguere il proprio blog e di farlo apprezzare o meno dagli altri (altrimenti sarebbe assolutamente banale), però è anche vero che esiste un limite di rispetto. Di rispetto verso la professionalità che ha i suoi luoghi e spazi ben precisi proprio perchè è giusto confrontarsi a livello professionale su un campo professionale, e non su un campo amatoriale come può essere quello di un fashion blog. Ad esempio, le storie che tu crei sono storie personali, sono il tuo personale tocco alla visione del tuo blog ma quello che tu crei non è uno shooting apposito fatto di cose che poi non usi nella tua vita. Rispecchia comunque la tua “normalità”. Con quelle foto non crei redazionali, non stai “svolgendo una professione” in tal senso.

    Discorso poi leggermente a parte, capisco il rispetto dell’opinione e della libertà di esprimersi. Però è anche importanti esporsi ed avere il coraggio di mettere in chiaro delle cose che non vanno bene. Non è tanto una questione di prendersi sul serio come fashion blogger quanto come persona che è dotata di un senso critico, e quindi in grado di scindere ad esempio una cosa importante come il rispetto verso la professionalità.

    ps: riguardo il commento rispondo di là.

  • This is so crazy! But I love it! 😉