Cultura >

Microdrink, l’idea di Waterdrop per rendere più sostenibili le bevande

Con Waterdrop i migliori ingredienti naturali (frutta e piante proveniente da fonti controllate) sono compressi in un piccolo cubo da sciogliere in acqua

waterdrop, microdrink

Acqua, caffè, tè: bere non è solo un’attività necessaria per soddisfare la sete, ma ha anche un ruolo importante all’interno delle varie culture. E oggi che le bevande sono altamente diffuse attraverso packaging e filiere non sempre sostenibili, è importante permettere alle bevande di continuare a svolgere la loro importante funzione culturale, ma con una maggiore attenzione all’ambiente.


waterdrop, microdrink

Waterdrop e il concetto di microdrink

L’idea di microdrink che Waterdrop ha creato è molto semplice: comprimere i migliori ingredienti naturali in un piccolo cubo. Questo cubo, ricco di veri estratti di frutta e piante (proveniente da fonti controllate), può essere sciolto in un bicchiere o in una bottiglia d’acqua creando appunto un microdrink.

waterdrop, microdrink

In questo modo non solo la bevanda non è più il prodotto (lo è il cubo!), ma non c’è più necessità della stessa filiera tradizionale delle bevande sia in termini di trasporto sia per l’approvvigionamento della materia prima, ossia l’acqua. Una bevanda tradizionale deve essere prodotta, riempita, caricata su un camion, portata in un negozio, portata a casa, consumata e poi gettata via. Ogni persona invece con Waterdrop può creare la propria bevanda partendo dalla propria acqua, sprecando molto di meno.

Inoltre la produzione e l’utilizzo di plastica è quasi assente – Waterdrop non usa del tutto la plastica perché è l’unico materiale disponibile in grado di garantire che i cubi sigillati rimangano freschi, altrimenti dovrebbe usare prodotti chimici di conservazione.

waterdrop, microdrink

Prodotto e bottiglie

Waterdrop offre circa 8 gusti diversi divisi in tematiche dal packaging graficamente molto curato: c’è GLOW con Mango, Fico d’india e Carciofo; oppure FOCUS con Lime, Baobab e Acerola oppure NERO con Noce di cola, Guaranà e Mora. Per ora questi sono i miei preferiti

Oltre ad offrire i microdrink, Waterdrop invita a bere sostenibilmente grazie alle sue bottiglie in vetro o in acciaio. L’edizione Waterdrop che vedete in questo post è realizzato in vetro borosilicato antigraffio con il tappo in bambù e riprende le stesse illustrazioni di Marusha Belle utilizzate per i packaging dei microdrink, sia sulla bottiglia sia sulla fodera termica inclusa.

E voi, siete pronti a questa piccola rivoluzione nel mondo delle bevande? Tutte le info sul sito ufficiale it.waderdrop.com e con il codice RICCARDO5 avrete uno sconto di 5€ su una spesa di oltre 30€

waterdrop, microdrink

Potrebbe interessarti anche

Comments