Cultura >

Perchè la Body Positivity non riguarda soltanto il peso

Body Positive ha l'obiettivo di fermare i pregiudizi e le discriminazioni nei confronti delle persone grasse perchè tutti abbiamo il diritto di esistere

Body Positive, Bear Skn Underwear, Intimo taglie forti

È proprio vero, le grandi idee prima o poi sono destinate a essere conosciute da tutti, diffondendosi. Ma più sono forti, più è facile incappare in interpretazioni che non hanno niente a che vedere con l’intento originale. La visione personale si mescola così al messaggio principale, creando una serie di pre-giudizi che invece di aiutare a diffondere l’idea nel migliore dei modi non fanno che danneggiarla.

Questo è quello che sta succedendo al Body Positive, un movimento che vuole trasmettere un messaggio positivo nei confronti del proprio corpo, ma che per molti sta diventando una scusa per andare ancora di più contro le persone a cui si rivolge. 

Ogni volta che si parla di Body Positivity infatti ci sono i titubanti che alza la mano e dicono “Ma così diffondete l’obesità”. È importante chiarire cosa si intenda per Body Positive per evitare questa tipologia di incomprensioni.

Body Positive, Bear Skn Underwear, Intimo taglie forti

Cos’è e di cosa tratta il movimento Body Positive

Il Body Positive è un movimento nato intorno agli anni 60 che ha, ancora oggi, l’obiettivo di fermare i pregiudizi e le discriminazioni nei confronti delle persone grasse, ricordando che abbracciare il proprio corpo così com’è significa avere il diritto di esistere a prescindere da dimensioni, forme, abilità, stato di salute o aderenza ai canoni di bellezza.

In tal senso quindi il movimento Body Positive non vuole creare nuovi standard per quanto riguarda la bellezza, ma piuttosto vuole scardinare il concetto di bellezza come valore all’interno della nostra società. Questo non vuol dire che tutti siano belli, ma solo che il fatto che una persona sia bella o brutta (in base a cosa?) non dovrebbe essere rilevante nella definizione di quella persona.

Essere belli è un diritto, non un dovere

La bellezza secondo la Body Positivity diventa quindi un diritto nei confronti di se stessi, e non un dovere. E quando si parla di bellezza, lo si fa in termini completamente diversi dal solito, affermando che la bellezza non passa né dal peso né da altre regole. Ognuno ha il diritto di sentirsi bene con se stesso a prescindere da qualsiasi standard estetico che lo faccia sentire in trappola.

Il movimento Body Positive quindi celebra l’amore per se stessi come via che porta a prendersi cura di se stessi, e quindi del proprio corpo (nutrendolo in maniera corretta) e della propria mente (liberandosi dai drammi derivanti dal senso di sentirsi inadatti).

Body Positive, Bear Skn Underwear, Intimo taglie forti

Perchè la Body Positivity non riguarda solo il peso

Amarsi è quindi il primo passo per prendersi cura di sè e il movimento Body Positive promuove amore e salute. Body Positivity vuol dire che se si comincia ad amare se stessi si può cominciare anche a prendersi cura di se stessi – cosa che porta inevitabilmente anche a comprendere meglio la propria salute. Fare il percorso inverso, il percorso che normalmente si affronta quando si vuole attuare un cambiamento, non ha mai portato a risultati concreti!

Mettendo in luce questo aspetto quindi la Body Positivity evita che si creino percorsi in cui possono nascere solo ancora più dubbi e incertezze su se stessi (come quello di dimagrire in maniera deliberata) che invece sono i primi a dover essere messi sotto esame!

Vista così, la Body Positivity non riguarda “semplicemente” il peso, ma si rivolge a tutte quelle caratteristiche fisiche considerare “un difetto” dai canoni sociali a cui siamo abituati – dall’essere magri (ma senza muscoli) ad avere qualche brufolo in faccia, dalla forma del proprio naso all’altezza. Come può un tale messaggio positivo aiutare allora a diffondere un’idea malsana di salute?!

Body Positive, Bear Skn Underwear, Intimo taglie forti

Un consiglio …

Bisogna tenere ben in mente che non conosciamo mai davvero le storie di chi incontriamo. Soprattutto se non sono amici. E che il modo di affrontare un problema di salute, se c’è, è una questione tra la persona e chiunque sia il professionista incaricato a seguirlo nella risoluzione. Non nostra. Non del nostro giudizio. Non della nostra voglia di dire per forza qualcosa che, nella maggior parte dei casi, non sarà d’aiuto all’altro, ma più a noi stessi – per aver esorcizzato le nostre paure. 

Body Positive, Bear Skn Underwear, Intimo taglie forti

Potrebbe interessarti anche

Comments