News >

Tendenze uomo per il 2013: Etnico

Quest'estate il trend etnico spazia tra culture diverse, portando ad una vasta gamma di modelli esotici e di idee applicate a capi occidentali

Prendere ispirazione da altre culture è una cosa che accade spesso nella moda. E’ facile vedere come la stimolazione creativa possa essere tratta dalle diverse etnie che ci circondano, e sembra che tale influenza sia destinata a crescere sempre di più. Quest’estate la tendenza etnica non si concentra però su un solo popolo o parte del mondo (in passato ricordate solo i motivi aztechi o l’estremo Oriente o l’India?), ma spazia tra culture diverse tra loro, portando ad una vasta gamma di modelli esotici e di idee applicate a capi tradizionalmente “occidentali”.  Tale tendenza ben si adatta ad un guardaroba attuale, soprattutto dopo la grande  attenzione che la moda ha già avuto nei confronti delle stampe.


Bottega Veneta

La semplicità di Bottega Veneta si è trasformata in una varietà di capi ispirati alle tuniche dell’Inghilterra medioevale (in stile Robin Hood). La collezione ha fatto uso di tonalità calde, tessuti con texture come il velluto o la pelle scamosciata, e l’allacciatura a croce in sostituzione dei bottoni, rafforzando la sensazione etnica della collezione. Scollo a V, capi oversized, pantaloni a metà coscia.

E. Tautz

Altri designer sono stati leggermente più contenuti con le influenze etniche. E. Tautz ha preso in prestito riferimenti dall’abbigliamento marocchino, abissino e sudanese, applicandoli però in modo più sobrio. Attenuando l’etnia, il brand ha giocato soprattutto sui colori molto forti.

Missoni

Missoni, la cui ispirazione è arrivata dal Sud-Est asiatico, ha puntato invece su diverse varianti di tonalità terracotta e terra. La collezione comprende anche modelli etnici applicati a jumpers a maniche corte e maglieria con scollo a V.

 

 Jean Paul Gautier / Etro 

Altri designer hanno scelto di mostrare le influenze etniche all’interno delle loro collezioni attraverso la scelta dei modelli. Jean Paul Gautier ad esempio ha caratterizzato la sua collezioni con turbanti di seta che hanno aggiunto un tocco molto regale agli abiti. I tessuti lussuosi e colori morbidi utilizzati infatti ricordavano la famiglia reale indiana. Etro invece ha continuato a mostrare giacche in stile orientale integrando la loro stampa paisley, che è stata applicata a tutto.
 
 
 
 

 Yamamoto 

Infine, la collezione ambiziosa di Yohji Yamamoto ha mostrato pantaloni fantasticamente colorati con risme di tessuto e caviglie elasticizzate, dando una sensazione quasi alla “Aladin”. Probabilmente non sono pantaloni indossabili tutti i giorni, ma la silhouette creata e l’uso audace del colore – da arancione a blu acqua, così come nero – la rendono una collezione indimenticabile.
 
 
 

Others 

Gli stilisti di alta moda non sono gli unici ad abbracciare altre culture e utilizzare l’etnia come fonte di ispirazione. Il lookbook di molti brand come H&M, Topman, Asos mettono in mostra una serie di importanti pezzi etnici e stampe molto eleganti e contemporanei.

 
E’ innegabile quindi che le etnie abbiano un enorme impatto sulla moda in tutto il mondo, con delle influenze che aggiungono varietà alla gamma di capi disponibili per l’uomo moderno. E a voi, piace questa tendenza?
 
 

Potrebbe interessarti anche

Comments